Creme solari per adulti

Per proteggere la pelle dagli effetti nocivi dei raggi solari, riducendo il rischio di dai tumori cutanei di diversa natura e gravità e da altre patologie dermatologiche fino all’invecchiamento precoce della pelle, il segreto sta anche nella crema solare.

Non basta evitare di esporsi nelle ore centrali della giornata, quelle in cui cioè le concentrazioni di radiazioni ultraviolette – raggi UVA e UVB - sono al massimo, occorre anche usare le giuste "coperture".

La prima caratteristica da tenere in conto nella scelta della crema più indicata a noi è il fattore di protezione solare (SPF) che dovrebbe preferibilmente essere compreso tra 30 e 50+, indici di una protezione alta e molto alta. L’SPF va scelto secondo il proprio fototipo di pelle: si deve ricorrere a un fattore molto elevato (50+ o schermo totale) in caso di pelli molto chiare e capelli rossi o biondi (fototipo 1); a una protezione alta/molto alta (tra 50+ e 30) con pelle chiara e capelli castano o biondi (fototipo 2); si può anche optare per una protezione media con SPF tra 25 e 15 in caso di capelli biondo scuro e/o pelle sensibile (fototipo 3) o con capelli castani e pelle moderatamente sensibile (fototipo 4); fino a un SPF anche basso, tra 10 e 6, indicato con capelli scuri e carnagione olivastra (fototipo 5) o capelli scurissimi e pelle scura (fototipo 6).

La seconda caratteristica da controllare al momento dell’acquisto è l’efficacia del solare sia contro i raggi UVB sia contro i raggi UVA, che deve essere chiaramente indicata sulla confezione.

Anche l’applicazione della crema solare ha le sue buone regole. «Deve essere spalmata almeno 20 minuti prima dell’esposizione solare – spiega la dottoressa Anna Carbone, specialista in dermatologia e venereologia presso l’Unità di dermatologia oncologica e prevenzione dell’IFO S. Gallicano di Roma - e l’applicazione va ripetuta ogni 2 ore durante l’arco della giornata, in quantità abbondanti. Questo significa che sarebbe necessario ‘coprire’ uniformemente tutta la superficie corporea con almeno 2 milligrammi di crema per centimetro quadrato di pelle».

Facendo i conti, per un adulto più o meno 30-40 grammi di crema, l'equivalente di due cucchiai da tavola.

fonte: Fondazione Veronesi